Laurea in Filosofia

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 0957
Classe di corso L-5 - FILOSOFIA
Anni Attivi I, II, III
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Corso a libero accesso con verifica delle conoscenze
Sede didattica Bologna
Tipologia di corso Titolo multiplo
Atenei Convenzionati UNIVERSITÉ DE BOURGOGNE , JOHANNES GUTENBERG-UNIVERSITÄT MAINZ
Coordinatore del corso Annarita Angelini
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Sulla base di una specifica declinazione degli Obiettivi formativi qualificanti della Classe L5, e tenuto conto altresì degli accordi di convenzione per i programmi di mobilità internazionale, il Corso di Laurea è strutturato in modo tale da consentire una solida conoscenza della storia del pensiero filosofico dall'antichità ai nostri giorni; un'ampia informazione sui temi fondamentali nei diversi ambiti della ricerca filosofica; una metodologia di lettura e interpretazione che consenta di riconoscere interrelazioni concettuali e nessi storici e storiografici con altre discipline umanistiche.

Esso consente inoltre di conseguire:
- adeguate capacità di lettura e comprensione dei testi;
- una adeguata padronanza della terminologia e dei metodi riguardanti l'analisi dei problemi e le diverse modalità argomentative del discorso filosofico e, più in generale di un testo argomentativo complesso;
- abilità di scrittura e di esposizione orale relativamente ad argomenti di filosofia (Laboratorio di filosofia);
- conoscenza di metodi del ragionamento formale;
- conoscenze in discipline storiche, letterarie ed artistiche, psicologiche, sociologiche, pedagogiche, antropologiche e scientifiche che sono complementari agli studi filosofici ed al contempo funzionali per gli sbocchi professionali;
- padronanza dell'uso degli strumenti bibliografici (Laboratorio di filosofia);
- conoscenze linguistiche in almeno una lingua dell'unione europea;
- competenze informatiche di base (2 insegnamenti a scelta di informatica, dei quali uno specificamente orientato all'informatica umanistica).

Percorso formativo e aree di apprendimento:

Area di apprendimento 1: storico-filosfico – storico-scientifico- storico-culturale
Insegnamenti volti ad acquisire conoscenze e competenze nei diversi ambiti della ricerca filosofica e della storia della cultura: storico-filosofico, teoretico, logico-filosofico-scientifico, estetico, etico-morale, storico- scientifico, storico-istituzionale, storico-artistico. Apprendimenti accertati attraverso: esami dei singoli insegnamenti, prove intermedie, test, attività, laboratori di lettura e scrittura volti ad applicare le conoscenze e le competenze acquisite.

Area di apprendimento 2: metodologico, teorico-tematico
Insegnamenti e attività didattiche volti a mettere lo studente in condizione di acquisire e sapere utilizzare metodi del ragionamento formale; di modelli interpretativi applicabili all'analisi dei principali problemi filosofici ed estensibili ad ambiti diversi della cultura e delle discipline umanistiche. Percorsi di analisi testuale e di argomentazione tali da avviare alla corretta e critica analisi di nuclei tematici entro un testo complesso. Apprendimenti accertati attraverso: esami dei singoli insegnamenti, prove intermedie, test, attività, laboratori di lettura e scrittura volti ad applicare le conoscenze e le competenze acquisite.

Area di apprendimento 3: discipline affini alla filosofia
Insegnamenti volti a suscitare e potenziare progressivamente la capacità di comprendere i nessi teorici e i collegamenti storici tra la filosofia e discipline diverse (letterature, discipline storiche, artistiche, scientifiche, psicologiche, pedagogiche demo-antropologiche, ecc.). Attività che mettano lo studente in grado di applicare metodi interpretativi ed espositivi acquisiti nell'ambito della formazione filosofica a testi complessi e contenuti culturali di argomento non strettamente filosofico, di scomporre, analizzare, sintetizzare, formalizzare un'argomentazione complessa indipendentemente dallo specifico contenuto culturale. Insegnamenti e laboratori didattici orientati all'acquisizione e al corretto uso dei computer e delle reti e alla conoscenza dei metodi di rappresentazione digitale dell'informazione e di elaborazione automatica dei dati nel campo della ricerca umanistica.
Apprendimenti accertati attraverso: esami dei singoli insegnamenti, prove intermedie, test, attività, laboratori di lettura e scrittura volti ad applicare le conoscenze e le competenze acquisite.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: STORICO-FILOSOFICA, STORICO-SCIENTIFICA, STORICO- CULTURALE
Il laureato:
- conosce la storia del pensiero filosofico dall'antichità ai nostri giorni (autori e contesti)
- conosce i tratti essenziali della storia della cultura occidentale
- sa leggere e comprendere testi, anche in lingua originale
- ha un adeguato possesso della terminologia e delle diverse modalità argomentative del discorso filosofico.

Le suddette conoscenze e capacità di comprensione sono conseguite dallo studente con la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, seminari, e/o attraverso le ore di studio individuale, come previsto dalle attività formative attivate.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove d'esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).

AREADI APPRENDIMENTO: METODOLOGICA E TEORICO-TEMATICA
Il laureato:
- conosce metodi del ragionamento formale
- conosce metodi e dei modelli interpretativi riguardanti l'analisi dei principali problemi filosofici
- è capace di orientarsi entro le costellazioni concettuali connesse a problemi filosofici.

Le suddette conoscenze e capacità di comprensione sono conseguite dallo studente con la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, seminari, e/o attraverso le ore di studio individuale, come previsto dalle attività formative attivate.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove d'esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE AFFINI ALLA FILOSOFIA
Il laureato:
- comprende i nessi teorici e collegamenti storici tra la filosofia e altre discipline umanistiche (letterature, discipline storiche, artistiche, scientifiche, psicologiche, pedagogiche demo- antropologiche, ecc.)
- comprende criticamente testi culturalmente rilevanti, anche in lingua originale, indipendentemente dal loro contenuto filosofico
- sa orientarsi entro testi, documenti e problemi relativi alle scienze umane e sociali
- ha competenze informatiche di base riguardanti il funzionamento del computer e delle reti
- conosce i metodi di rappresentazione digitale dell'informazione e di elaborazione automatica dei dati nel campo della ricerca umanistica.

Le suddette conoscenze e capacità di comprensione sono conseguite dallo studente con la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, seminari, e/o attraverso le ore di studio individuale, come previsto dalle attività formative attivate.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove d'esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: STORICO-FILOSOFICA, STORICO-SCIENTIFICA, STORICO- CULTURALE
Il laureato:
- sa scrivere ed esporre oralmente argomenti filosofici
- sa inquadrare autori, testi e problemi nel contesto storico- culturale entro il quale sono inscritti
- sa stabilire ricorrenze e diacronie tra autori, testi, problemi della tradizione filosofica, storico-scientifica, storico-culturale.

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica su testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula.
La verifica del raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene principalmente attraverso prove d'esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).

AREADI APPRENDIMENTO: METODOLOGICA E TEORICO-TEMATICA
Il laureato:
- sa applicare metodi e modelli interpretativi in relazione a precise tematiche filosofiche
- sa collegare nuclei tematici all'interno di testi complessi
- sa analizzare e ricomporre teorie e ragionamenti complessi.

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica su testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula.
La verifica del raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene principalmente attraverso prove d'esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).ì

AREA DI APPRENDIMENTO: DISCIPLINE AFFINI ALLA FILOSOFIA
Il laureato:
- sa applicare metodi interpretativi ed espositivi acquisiti nella formazione filosofica a testi complessi e contenuti culturali di argomento non strettamente filosofico
- sa procedere a un'interpretazione pluridisciplinare di testi e opere culturalmente significativi
- sa scomporre, analizzare, sintetizzare, formalizzare un'argomentazione complessa indipendentemente dallo specifico contenuto culturale
- sa applicare conoscenze informatiche all'edizione e alla pubblicazione digitale di opere manoscritte e a stampa
- sa gestire la produzione diretta di risorse digitali.

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica su testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula.
La verifica del raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene principalmente attraverso prove d'esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- sa analizzare le fonti, selezionare e classificare dati e informazioni e formulare tesi e argomentazioni
- sa rielaborare e sintetizzare testi (scientifici e divulgativi) di contenuto filosofico e teorico
- sa riconoscere problemi, tendenze, orientamenti, strutture concettuali ricorrenti su una prospettiva di lunga durata e multidisciplinare
- sa accedere, raccogliere e selezionare informazioni e riferimenti bibliografici e storiografici relativi a problemi e nodi culturali rilevanti
- sa operare scelte metodologiche funzionali alla soluzione di problemi teorici
- sa selezionare strumenti e metodi di una ricerca in ambito filosofico.

Modalità, attività formative e strumenti didattici con cui i diversi risultati attesi vengono conseguiti e verificati:
tutti gli insegnamenti filosofici e quelli nelle "discipline affini" (verifica orale), attività integrative di carattere filosofico rivolte all'interpretazione di fonti e alla scrittura di testi filosofici, attività seminariali integrative organizzate per mettere a confronto opinioni e prospettive diverse in ordine a un problema o a un testo redazione di relazioni scritte su testi e temi, impostate in orario di lezione e redatte autonomamente (testi scritti sottoposti a verifica nell'ambito di diversi insegnamenti filosofici), ricerche bibliografiche a partire da attività guidate ricerche di documentazione, testi, banche dati, periodici, ecc. on-line nell'ambito dell'insegnamento dell'Informatica umanistica e di alcuni altri insegnamenti.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- sa utilizzare correttamente la lingua italiana e servirsi di registri stilistici diversi e adeguati al contesto comunicativo
- sa esporre ragionamenti e analisi
- sa esprimersi e argomentare su registri stilistici diversi
- sa avvalersi di un lessico tecnico appropriato alla materia filosofica
- sa elaborare testi scritti utilizzando tecniche espositive e redazionali pertinenti agli ambiti disciplinari del corso.

Modalità, attività formative e strumenti didattici con cui i diversi risultati attesi vengono conseguiti e verificati:
tutti gli insegnamenti filosofici e quelli nelle "discipline affini" (verifica orale),
alcuni insegnamenti filosofici e quelli nelle "discipline affini" che prevedono verifiche parziali in forma di test scritto, attività integrative di carattere filosofico rivolte all'interpretazione di fonti e alla scrittura di testi filosofici, attività integrative guidate a conclusione delle quali sono previste relazioni o interventi degli studenti, redazione di relazioni scritte su testi e temi, testo scritto per la Prova Finale.

Il laureato possiede conoscenze linguistiche in almeno una lingua dell'unione europea. Potranno essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici).


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
- è capace di approfondire autonomamente contenuti disciplinari attraverso competenze nel controllo delle fonti
- sa organizzare una bibliografia su temi assegnati
- è capace di implementare conoscenze e competenze attraverso l'uso mirato di strumenti bibliografici, di banche dati, della rete
- è capace di trasferire a diversi ambiti del sapere metodologie e tecniche di interpretazione e di comunicazione acquisite nel campo filosofico.

Modalità, attività formative e strumenti didattici con cui i diversi risultati attesi vengono conseguiti e verificati: tutti gli insegnamenti (verifica orale e/o scritta), tirocini curriculari.

Attività tirocinio

Lo studente, inserendo nel piano di studio del III anno l'attività formativa di Tirocinio (6 cfu), potrà fare un'esperienza professionale della durata di 150 ore presso Enti, Istituzioni e Aziende convenzionati con l'Ateneo.

Il corso di studio, su richiesta dello studente, può consentire, con le procedure stabilite dal Regolamento generale d'Ateneo per lo svolgimento dei tirocini o dai programmi internazionali di mobilità di tirocinio, e in conformità alle norme comunitarie, lo svolgimento di un tirocinio finalizzato allo svolgimento della prova finale, o comunque collegato a un progetto formativo mirato ad affinare il suo processo di apprendimento e formazione.

Tali esperienze formative, che non dovranno superare la durata di 3 mesi, dovranno concludersi entro la data del conseguimento del titolo di studio, potranno essere svolte prevedendo l'attribuzione di crediti formati:

  • nell'ambito di quelli attribuiti alla prova finale,
  • per attività a scelta dello studente configurabili anche come tirocinio;
  • per attività aggiuntive i cui crediti risultino oltre il numero previsto per conseguimento del titolo di studio.


Informazioni sui tirocini

Mobilità internazionale

I programmi di mobilità destinati agli studenti promossi dall'Ateneo di Bologna in collaborazione con Atenei dell'Unione Europea e di alcuni paesi non compresi nella Unione Europea offrono l'opportunità di svolgere un periodo di studio o di tirocinio all'estero .
Consulta le informazioni sulle opportunità all'estero

L'Università di Bologna concede ai propri studenti borse di studio per effettuare un periodo di studio all'estero e preparare la tesi di laurea, o per approfondimenti successivi finalizzati alla pubblicazione di un articolo riguardante l'argomento della tesi.

Ufficio didattico
via Zamboni, 34 / Bologna
e-mail: info.lettere@unibo.it

Prova finale

La prova finale consiste nella discussione di un breve elaborato, concordato con un docente, in una disciplina nella quale si sia superata una prova di esame da almeno 6 CFU. Tale docente sarà il relatore della prova finale. L'elaborato dovrà essere reso disponibile alla commissione e al coordinatore con almeno una settimana di anticipo sulla discussione.
Possono essere relatori della prova finale i titolari della disciplina scelta oppure il docente con cui lo studente ha sostenuto l'esame in quella medesima disciplina.
Il numero delle pagine dell'elaborato sarà compreso tra 60.000 e 100.000 battute, spazi inclusi.
La prova finale della Laurea viene valutata da un'apposita Commissione, formata e nominata secondo quanto disposto dal Regolamento didattico di Ateneo.
La Commissione in via preliminare dovrà deliberare l'ammissibilità del candidato alla prova finale.
La domanda di ammissione alla prova finale dovrà essere presentata online secondo il calendario fissato dal Senato Accademico.
Per l'ammissione alla prova finale lo studente deve aver conseguito tutti i crediti formativi previsti per le attività formative diverse dalla prova finale.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Operatore culturale

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Coordinatore, organizzatore, ideatore di attività e progetti

- coordina le figure professionali coinvolte nella programmazione di corsi e attività di formazione finalizzati alla divulgazione culturale
- si occupa della archiviazione e classificazione di documentazione informativa
- organizza le informazioni relative a specifiche tematiche
- organizza progetti relativi all’allestimento e alla gestione di mostre, repertori, esposizioni e altre iniziative
- organizza attività didattiche e divulgative collegate a eventi culturali, mostre, ecc.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell’attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel CdS in Filosofia.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- capacità di scrivere correttamente in lingua italiana
- capacità di coordinarsi e coordinare un team di lavoro
- capacità di selezionare e organizzare informazioni e documentazione da fonti specifiche e repertori
- capacità di definizione ed esposizione di proposte e contenuti
- abilità nell’uso di strumenti informatici
- abilità nell’uso di motori e tecniche di ricerca internet e nella consultazione di data base relazionali
- propensione ad affrontare nuove tematiche e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e competenze
- buona capacità espositiva.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Enti territoriali e pubblica amministrazione
- Istituti, agenzie pubbliche e private connesse alla produzione e alla divulgazione culturale
- Fondazioni
- Musei
- Biblioteche
- Archivi
- Soprintendenze
- Enti e aziende di formazione
- Imprenditoria culturale.


PROFILO PROFESSIONALE:
Collaboratore ufficio stampa e comunicazione esterna

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Addetto alla comunicazione di eventi e attività

- predispone testi informativi destinati alla comunicazione cartacea (contenuti per materiale illustrativo a stampa) e multimediale (contenuti per siti e pagine web)
- organizza e archivia la rassegna stampa secondo criteri convenuti
- realizza attività di editing e presentazione di testi
- realizza interviste
- cura la comunicazione con enti e soggetti esterni all’azienda o all’ente.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell’attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel CdS in Filosofia.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- capacità di scrittura sintetica e corretta in lingua italiana
- capacità di coordinarsi entro un team di lavoro
- capacità di selezionare e organizzare informazioni e documentazione da fonti specifiche
- abilità nell’uso di strumenti informatici
- abilità nell’uso di motori e tecniche di ricerca internet e nella consultazione di data base relazionali
- capacità d’utilizzo di programmi e sistemi di videoscrittura
- capacità di verificare l’autenticità delle informazioni reperite
- capacità di formalizzare in maniera efficace un testo contenente notizie da trasmettere
- capacità di raccogliere e trascrivere interventi pronunciati
- fluidità nel colloquio e nelle relazioni con interlocutori diversi.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Enti territoriali, pubblica amministrazione
- Istituti, aziende pubbliche e private
- Fondazioni
- Musei
- Soprintendenze
- Imprenditoria



PROFILO PROFESSIONALE:
Addetto ai servizi di gestione delle risorse umane

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Responsabile/Assistente nei servizi di gestione del personale

- collabora nella ricerca e selezione del personale in linea con le esigenze dell’azienda o dell’ente
- collabora alla gestione del personale
- collabora all’integrazione delle diverse figure professionali entro le strutture e l’organizzazione complessiva dell’azienda o dell’ente
- individua attività di formazione e aggiornamento del personale
- realizza interviste.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell’attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel CdS in Filosofia.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- capacità di esprimersi correttamente in lingua italiana
- capacità di individuare il ruolo e le competenze del personale in relazione alle esigenze e alle strutture organizzative dell’ente o dell’azienda
- capacità di ascolto e di comunicazione interpersonale
- capacità di coordinarsi entro un team di lavoro
- abilità nell’uso di motori e tecniche di ricerca internet e nella consultazione di data base relazionali
- capacità di verificare l’autenticità delle informazioni reperite
- capacità di individuare e valorizzare le competenze
- propensione ad affrontare nuove tematiche e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e competenze.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Enti territoriali e pubblica amministrazione
- Aziende pubbliche e private
- Fondazioni
- Musei
- Biblioteche
- Archivi
- Soprintendenze
- Imprenditoria.


PROFILO PROFESSIONALE:
Redattore ed editor di testi

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
- reperisce informazioni su argomenti specifici anche utilizzando la rete web
- verifica l’attendibilità dei dati e delle notizie
- elabora contenuti testuali originali o da fonti e documentazione preesistente
- realizza attività di editing
- reperisce materiale illustrativo-esplicativo di corredo ai testi
- cura l’organizzazione formale del testo (scansione in capitoli, paragrafi, indici, grafici, ecc.)
- realizza l’impaginazione di un testo o di un articolo
- corregge testi in lingua italiana
- mantiene i rapporti con autori e curatori scientifici del testo

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell’attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel CdS in Filosofia.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- capacità di scrittura rapida e corretta in lingua italiana
- abilità nel controllo e nella correzione delle prove di stampa
- dimestichezza con gli strumenti informatici (programmi di scrittura, DB relazionali, grafica, ecc.)
- disponibilità ad apprendere l’uso di tecniche e programmi di impaginazione professionale e di grafica
- capacità di coordinarsi entro un team di lavoro
- capacità di selezionare e organizzare informazioni e documentazione da fonti specifiche
- capacità di formalizzare anche graficamente informazioni e dati
- capacità di verificare l’autenticità delle informazioni reperite
- capacità di raccogliere e trascrivere interventi pronunciati
- fluidità nel colloquio e nelle relazioni con interlocutori diversi
- propensione ad affrontare nuove tematiche e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e competenze.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Case editrici
- Editoria multimediale
- Redazioni di riviste anche di carattere scientifico e tematico
- Redazione di quotidiani
- Uffici stampa di enti e aziende
- Enti pubblici e privati collegati alla produzione e/o organizzazione di eventi culturali.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Corso di Laurea in Filosofia – Commissione Quality Assurance (prof. Pietro Capitani; prof.ssa Annarita Angelini; dott.ssa Raffaella Campaner; dott. Riccardo Fedriga)


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Consultazione svolta nel 2013:
- Provincia di Bologna – Unità operativa Istituti culturali - Responsabile (4 incontri)
- Pendragon Edizioni – Bologna – Responsabile editoriale (4 incontri)
- Adriano Salani Editore (Gruppo GeMs) Milano (2 incontri)
- Encyclomedia Publishers – Milano - Direttore editoriale (2 incontri)
- AIE – Milano – Presidente (2 incontri)
- RCS – Media Group (Bompiani) - Responsabile Ufficio Stampa (2 incontri)
- Soprintendenza per i Beni storici, artistici, etnoantropologici di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini – Responsabile Ufficio mostre e attività promozionale (4 incontri)
- Gruppo editoriale L'Espresso s.p.a – settori Scienza, Medicina, Salute del settimanale L'Espresso - Vicecaporedattore (3 incontri)
- Crown Worldwide – Italia – Responsabile filiale Milano (3 incontri)
- Université de Bourgogne – Dijon e Johannes Gutenberg Universität – Mainz (partner convenzione L titolo multiplo) (5 incontri "a distanza")

Nella precedente consultazione che si era svolta nel 2007 erano stati contattati: Meliconi Italia (Cadriano BO); Avenue media (BO); Teatro di Coreggio; Képos srl (MO); Fondazione delle banche di credito cooperativo dell'Emilia e Romagna; ATC- Bologna. In questa si è preferito selezionare gli enti consultati in ragione dei profili professionali ISTAT.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Sono stati in prima istanza selezionati gli enti e le aziende compatibili con i profili professionali dei laureti in filosofia.
Le consultazioni si sono svolte nel periodo luglio-ottobre 2013 contattando in prima istanza gli enti per presentare i motivi della richiesta di confronto e per individuare un referente. Successivamente i referenti individuati sono stati invitati a uno o più incontri:
a) per l'illustrazione del piano didattico 2013-2014 e per una discussione sul medesimo;
b) del nuovo progetto didattico proposto anche a seguito delle consultazioni effettuate.
Ai referenti è stato chiesto di rispondere a un questionario scritto in cui venivano chiesti riscontri sulle figure professionali di riferimenti e sui risultati di apprendimento attesi.
Dalle riposte ai questionari compilati risulta che i laureati possiedano una preparazione complessivamente adeguata rispetto ai ruoli in cui sono inseriti.
Dagli stessi questionari e dagli incontri che li hanno preceduti, emerge inoltre quanto segue:
- l'opportunità di un potenziamento degli insegnamenti professionalizzanti per i laureati che non intendono proseguire verso Lauree di II grado
- l'opportunità di un potenziamento dell'insegnamento dell'informatica e, in particolare, dell'informatica umanistica e di dare quindi spazio adeguato alle digital humanities e alla gestione di contenuti online
- l'opportunità di un coordinamento stretto e "virtuoso" tra tutor universitario e tutor aziendale nell'ambito dell'attività Tirocini in quanto si sottolinea che la formazione sul campo resta un valore aggiunto nella formazione del laureato.
Di tali suggerimenti si è tenuto conto nella revisione del progetto del Corso di Studio. L'esito di tutte le consultazioni è stato trasmesso alle persone coinvolte con una comunicazione inviata il giorno 12 ottobre 2013.

Le suddette indicazioni aggiornano quanto emerso dalle consultazioni avviate tra settembre e ottobre 2007 che si era svolta mediante la somministrazione di questionari con i seguenti esiti:
- i laureati risultano possedere una preparazione complessivamente adeguata rispetto ai ruoli in cui sono inseriti. In particolare, risulta opportuno incentivare l'apprendimento di conoscenze informatiche
- importanza di una conoscenza adeguata delle lingue straniere, della capacità di comunicare le proprie idee (sia a specialisti che a non specialisti) e di sviluppare argomentazioni coerenti ed efficaci, di una buona abilità nel risolvere situazioni problematiche e nell'intrattenere relazioni col pubblico, ed infine della capacità di riferire e relazionare attraverso elaborati scritti.
Agli enti consultati era stata restituita in data 25 ottobre una sintesi degli esiti della consultazione stessa e una tabella con il progetto definitivo di corso con le indicazioni di figure e ruoli professionali, funzioni ed obiettivi formativi e ulteriori indicazioni sui "percorsi didattico-formativi" i settori scientifico disciplinari e la prova finale per eventuali ulteriori osservazioni.


DOCUMENTAZIONE
Per ogni consultazione che si è svolta sono stati utilizzati i seguenti documenti:
- Ordinamento e Regolamento didattico approvati
- Linee Guida CEV – ANVUR
- Rapporto del Corso di Studio 2013 (Quality Assurance Unibo)
- Documentazione AlmaLaurea
- Codifiche delle professioni ISTAT
- Nuovo Progetto Didattico
- Lettere e scambi e-mail
- Documentazione fornita dagli enti consultati
- Verbali delle sedute

La documentazione è conservata presso la sede della Vicepresidenza delle Scuola di Lettere e Beni Culturali, via Zamboni 34 insieme ai questionari e verbale conclusivo della consultazione del 2007.

Ulteriori informazioni

Il corso di laurea in Filosofia ha attivato dal 2010/2011 una convenzione di titolo multiplo con le Università di Mainz e Digione.

Gli studenti selezionati per il percorso trinazionale potranno ottenere due oppure tre diplomi nazionali rilasciati dalle Università dove lo studente ha soggiornato e sostenuto gli esami previsti dal piano didattico.

Il bando di selezione sarà pubblicato sul sito del corso di laurea.

Contatti e recapiti utili

Ufficio didattico

Segreteria studenti