Laurea Magistrale in Semiotica

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8886
Classe di corso LM-92 - TEORIE DELLA COMUNICAZIONE
Anni Attivi I, II
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Corso a libero accesso con verifica dell'adeguatezza della personale preparazione
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Cristina Demaria
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di studio in Semiotica permette di acquisire una conoscenza approfondita dei linguaggi e dei sistemi di segni che sono più rilevanti per il mondo della comunicazione contemporaneo e per l’attuale industria culturale.

A questo scopo il piano didattico prevede insegnamenti suddivisi in tre aree principali:
(1) un’area teorico-generale, che mette in grado gli studenti di applicare le teorie e i concetti fondamentali della semiotica generativa e interpretativa ai processi sociali e culturali contemporanei, e mette in grado gli studenti di applicare le teorie e i concetti fondamentali della filosofia del linguaggio, della filosofia della mente e della linguistica contemporanee alle lingue e al linguaggio;
(2) un’area metodologica, che mette in grado gli studenti di applicare le metodologie di analisi semiotica a testi scientifici, giornalistici, narrativi, a testi visivi (pubblicità, pittura, fotografia, ecc.), a testi audiovisivi e multimediali, a pratiche sociali e culturali, a pratiche corporee e pratiche di interazione personale;
(3) un’area applicativa, che mette in grado gli studenti di progettare e realizzare con l’ausilio di concetti e metodologie semiotico-linguistiche testi destinati a diversi ambiti mediatici e comunicativi (testi scientifici, giornalistici, narrativi, campagne pubblicitarie, audiovisivi, testi multimediali).

Ampio spazio è riservato, soprattutto durante il secondo anno, all’analisi di casi di studio concreti, tratti dal mondo delle professioni e del lavoro.

Al secondo anno gli studenti hanno infine la possibilità di svolgere tirocini curricolari presso aziende, organizzazioni e amministrazioni pubbliche, che permettono loro di sperimentare direttamente il contatto con il mondo del lavoro, in vista della loro futura attività professionale. All’effettiva rilevanza a fini formativi dei tirocini svolti dagli studenti nelle aziende e nelle istituzioni pubbliche tutti i docenti del Corso di studio, e in particolare quelli che compongono la commissione tirocini, riservano sempre una grande attenzione.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: TEORICO-GENERALE
Al termine del suo percorso di studio il/la laureato/a magistrale:
(1) possiede una conoscenza approfondita della storia della disciplina semiotica, delle teorie e dei concetti fondamentali che orientano la semiotica generativa e interpretativa contemporanee;
(2) possiede una conoscenza approfondita delle teorie e dei concetti fondamentali della filosofia del linguaggio e della mente contemporanee;
(3) possiede una conoscenza approfondita delle teorie e dei concetti fondamentali che orientano gli studi contemporanei sulle lingue e sul linguaggio.

Le suddette conoscenze avanzate sono conseguite dallo studente sia con la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, laboratori, seminari e/o tirocini, sia attraverso le ore di studio individuale, come previsto dalle attività formative attivate.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove d’esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).

AREA DI APPRENDIMENTO: METODOLOGICA
Al termine del suo percorso di studio il/la laureato/a magistrale possiede una conoscenza approfondita delle metodologie di analisi semiotica riferite in particolare a:

(1) testi verbali scientifici, giornalistici, narrativi;
(2) testi visivi (pubblicità, pittura, fotografia, ecc.);
(3) testi audiovisivi e multimediali;
(4) spazi geografici, urbani, metropolitani, architettonici;
(5) pratiche sociali e culturali;
(6) pratiche corporee e di interazione personale.

Le suddette conoscenze avanzate sono conseguite dallo studente sia con la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, laboratori, seminari e/o tirocini, sia attraverso le ore di studio individuale, come previsto dalle attività formative attivate.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove d’esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).

AREA DI APPRENDIMENTO: APPLICATIVA
Al termine del suo percorso di studio il/la laureato/a magistrale sa analizzare in prospettiva semiotico-linguistica testi e media di diverso tipo, genere e formato.
In particolare le abilità analitiche si esercitano su:
(1) testi scientifici,
(2) testi giornalistici,
(3) testi narrativi,
(4) campagne pubblicitarie,
(5) audiovisivi,
(6) testi multimediali,
(7) pratiche sociali e culturali,
(7) pratiche corporee,
(8) pratiche di interazione personale.

Le suddette conoscenze avanzate sono conseguite dallo studente sia con la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, laboratori, seminari e/o tirocini, sia attraverso le ore di studio individuale, come previsto dalle attività formative attivate.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove d’esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: TEORICO-GENERALE
Al termine del suo percorso di studio il/la laureato/a magistrale:
(1) è in grado di applicare le teorie e i concetti fondamentali della semiotica generativa e interpretativa ai processi sociali e culturali della vita contemporanea;
(2) è in grado di applicare le teorie e i concetti fondamentali della filosofia del linguaggio e della filosofia della mente contemporanee alle lingue e al linguaggio;
(3) sa applicare al linguaggio e alle lingue contemporanee le teorie e i concetti fondamentali della linguistica.

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica su testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula. La verifica del raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene principalmente attraverso prove d’esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).

AREA DI APPRENDIMENTO: METODOLOGICA
Al termine del suo percorso di studio il/la laureato/a magistrale è in grado di applicare e comprendere le metodologie di analisi semiotica dei testi, se in particolare sono applicate a:

(1) testi verbali scientifici, giornalistici, narrativi;
(2) testi visivi (pubblicità, pittura, fotografia, ecc.);
(3) testi audiovisivi e multimediali;
(4) pratiche sociali e culturali;
(5) pratiche corporee;
(6) pratiche di interazione personale.

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica su testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula. La verifica del raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene principalmente attraverso prove d’esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).

AREA DI APPRENDIMENTO: APPLICATIVA
Al termine del suo percorso di studio il/la laureato/a magistrale sa analizzare in prospettiva semiotico-linguistica testi e media di diverso tipo, genere e formato.
In particolare le abilità analitiche si esercitano su:
(1) testi scientifici,
(2) testi giornalistici,
(3) testi narrativi,
(4) campagne pubblicitarie,
(5) audiovisivi,
(6) testi multimediali,
(7) pratiche sociali e culturali,
(7) pratiche corporee,
(8) pratiche di interazione personale.

Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica su testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula. La verifica del raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene principalmente attraverso prove d’esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il/la laureato magistrale è in grado di:

- analizzare e valutare strategie comunicative in rapporto ai loro effetti attesi in contesti locali, nazionali e internazionali;
- proporre soluzioni innovative alle diverse problematiche emerse dall'analisi e dalla valutazione dei casi studiati.

L'autonomia di giudizio nello/a studente/ssa è sviluppata e verificata in particolare tramite esercitazioni, seminari, esperienze di tirocinio, con la preparazione degli elaborati scritti e/o multimediali dovuti per gli esami di molti insegnamenti, nonché durante l'attività di studio e ricerca necessaria per la preparazione della prova finale.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il/la laureato/a magistrale:

- sa comunicare in lingua italiana, in forma orale e scritta, tenendo presenti le differenze di mezzo (televisione, radio, stampa, Internet, editoria cartacea, editoria multimediale), le differenze di genere testuale (intrattenimento, informazione, educazione, consumo), le differenze di destinatari e obiettivi;

- è in grado esprimersi in forma orale e scritta a livello B2 in almeno una lingua straniera dell'Unione Europea. Potranno essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici. l'adeguamento alle politiche linguistiche di Ateneo.

- sa padroneggiare il lessico disciplinare in lingua inglese, tenendo presenti le differenze di mezzo (televisione, radio, stampa, Internet, editoria cartacea, editoria multimediale), le differenze di genere testuale (intrattenimento, informazione, educazione, consumo), le differenze di destinatari e obiettivi;

- sa collaborare in gruppi multidisciplinari per progettare e realizzare oggetti di comunicazione.

Le abilità comunicative scritte e orali sono particolarmente sviluppate attraverso seminari, laboratori, esercitazioni, e sono comunque verificate in occasione di ciascuna prova.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il/a laureato/a magistrale:

- sa utilizzare una metodologia di analisi e ricerca che si fonda su chiare capacità organizzative, approfondite competenze linguistiche e culturali, flessibilità, sguardo comparativo, capacità di trasporre problemi e metodi da un campo all'altro;

- è in grado di individuare gli strumenti e i percorsi di formazione più adeguati per lo sviluppo delle proprie conoscenze culturali e specialistiche e delle proprie competenze professionali.

La capacità di apprendere è conseguita dallo/a studente/ssa e verificata durante il percorso di studio nel suo complesso. A questo scopo sono particolarmente rilevanti:
(a) l’attività di studio individuale prevista per superare ciascun esame,
(b) la preparazione di progetti individuali e/o di gruppo, previsti per superare alcuni esami,
(c) l’attività di approfondimento, ricerca e studio che è necessaria per superare la prova finale.

Insegnamenti

Gli insegnamenti sono articolati a seconda del curriculum scelto

Prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale
Per il conseguimento della Laurea Magistrale in Semiotica, lo studente deve superare una prova finale che consiste nella discussione di una tesi originale, i cui contenuti e modalità di svolgimento sono:
- La prova finale della Laurea verrà assegnata di norma in una disciplina che sia stata inserita dallo studente nel piano degli studi; eventuali situazioni eccezionali dovranno essere valutate dal Consiglio di Corso di studio. Il relatore della prova finale è o il responsabile didattico della disciplina o il docente con cui si è sostenuto l'esame della disciplina stessa.
- La prova finale per il conseguimento della Laurea magistrale è pubblica, può essere scritta, orale, pratica, con supporti di tipo cartaceo, informatico, audiovisivo, multimediale od altro.
- La domanda di ammissione alla prova finale dovrà essere presentata alla Segreteria studenti secondo il calendario fissato dal Senato Accademico. L'attribuzione e la responsabilità delle prove finali saranno ripartite equamente fra i docenti. Lo studente dovrà presentare in Segreteria il modulo contenente il titolo della tesi, firmato dal relatore e datato almeno quattro mesi prima della presentazione della domanda.
- Per l'ammissione alla prova finale lo studente deve aver conseguito tutti i crediti formativi previsti dal regolamento didattico per le attività diverse dalla prova finale.
- La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale consiste nella redazione e nella discussione pubblica di una tesi elaborata in modo originale dallo studente su un argomento, emergente nel corso dei due anni di studio, previamente concordato con un docente del Corso.
- La domanda di effettuazione della prova finale va presentata alla segreteria studenti entro le date stabilite per ogni sessione.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Specialista in pubbliche relazioni e cura dell'immagine

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Questo profilo professionale si occupa di promuovere le relazioni pubbliche e l'immagine di un'impresa o un'organizzazione:
(1) scrivendo testi;
(2) selezionando e diffondendo materiale pubblicistico favorevole all’impresa o all’organizzazione;
(3) organizzando e sponsorizzando eventi di particolare importanza e visibilità per l’impresa o organizzazione, ma anche attività benefiche a favore della popolazione e attività di comunicazione non direttamente collegate alla promozione pubblicitaria.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
(1) Competenze di scrittura saggistica e professionale, e di scrittura in lingua inglese; conoscenze di linguistica e di filosofia del linguaggio;
(2) competenze nell'analisi di campagne pubblicitarie per mezzo di metodologie semiotiche; capacità di progettazione di campagne di comunicazione.
(3) competenze nell'ambito dei media, dei consumi e della comunicazione pubblicitaria; abilità nello studio di pratiche culturali, sociali e di spazi architettonici, topografici e geografici.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
(1) Uffici stampa di imprese private e istituzioni pubbliche
(2) Settori della pubblica amministrazione che si occupano di relazioni esterne e relazioni con il pubblico
(3) Uffici comunicazione di imprese o organizzazioni


PROFILO PROFESSIONALE:
Redattore di testi per la pubblicità

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Questo profilo professionale si occupa di:
(1) redigere testi informativi su prodotti e servizi da diffondere su tutti i mezzi di comunicazione di massa che la pubblicità usa a questo scopo: stampa, radio, televisione, Internet;
(2) redigere testi pubblicitari su marchi, prodotti e servizi da diffondere su tutti i mezzi di comunicazione di massa che la pubblicità usa a questo scopo: stampa, radio, televisione, ambiente urbano e extraurbano, Internet.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
(1) Competenze di scrittura saggistica, professionale, creativa, e di scrittura in lingua inglese; conoscenze di linguistica e di filosofia del linguaggio;
(2) competenze nell'analisi e nella progettazione di campagne pubblicitarie per mezzo di metodologie semiotiche.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
(1) Agenzie pubblicitarie e di comunicazione
(2) Settori della pubblica amministrazione che si occupano dell’immagine e della comunicazione istituzionale
(3) Uffici comunicazione di imprese o organizzazioni.


PROFILO PROFESSIONALE:
Redattore di testi per i media e i nuovi media

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Questa figura professionale si occupa di:
(1) scrivere soggetti, testi e dialoghi per il cinema
(2) scrivere soggetti, testi e dialoghi per la radio
(3) scrivere soggetti, testi e dialoghi per la televisione
(4) scrivere soggetti, testi e dialoghi per la comunicazione pubblicitaria
(5) scrivere soggetti e testi per il web.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
(1) Competenze di scrittura professionale e di scrittura creativa;
(2) competenze nell'ambito dei media e dei nuovi media;
(3) competenze nell’ambito dell'analisi e dell'interpretazione di prodotti audiovisivi destinati alla televisione, al cinema, a Internet, e di prodotti destinati alla radio.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
(1) Imprese radiofoniche locali e nazionali
(2) Imprese televisive locali e nazionali
(3) Aziende o organizzazioni che lavorano per la produzione cinematografica
(4) Aziende o organizzazioni che lavorano per la produzione radiotelevisiva
(5) Aziende o organizzazioni che producono contenuti per il web
(6) Settori di imprese e pubbliche amministrazioni che si occupano della produzione di contenuti per il web.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Il Coordinatore del Corso di studio.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Consultazioni 2013
- COOKIES srl via Voghera 6 20144 Milano - Direttore creativo e Presidente dell'Art Directors Club Italiano (ADCI)
- HERA S.p.A. Viale Carlo Berti Pichat 2/4 40127 Bologna - Responsabile Advertising, Eventi, Brand, Relazioni esterne
- Homina PDC srl Via del Monte, 10 40126 Bologna - Amministratore delegato
- Radio Città del Capo Mura di Porta Galliera 1/2 A 40126 Bologna - Direttrice responsabile

Consultazioni 2007
- RAI- giornalista, redazione TG1
- Endemol- Italia, editor-product buyer
- Mediaset Spa vice direttore sezione fiction
- RCS – Direttore letterario
- Gruppo L'Espresso – product manager
- Spirale arte – responsabile galleria
- Consorzio Creativo Library – content developer
- Virtual Reality- progettazione multimediale.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Le consultazioni delle parti sociali sono avvenute tramite incontri personali e colloqui telefonici, svolti dal 10 al 30 ottobre 2013. Fra il 14 e il 30 ottobre 2013 è stato inoltre mandato via mail un questionario appositamente preparato. Si è proseguito il lavoro svolto nel 2007 dall'allora Presidente del Corso di studio (attraverso la somministrazione di questionari e la restituzione degli esiti in data 25 ottobre), consultando le imprese più interessanti dal punto d vista degli sbocchi professionali dei/lle laureati/e magistrali in Semiotica, non solo sul territorio dell'Emilia-Romagna (Homina PDC, Radio Città del Capo), ma su tutto il territorio nazionale (Hera, Cineca).

Il risultato è molto soddisfacente: i/le laureati/e che escono dal Corso di studio magistrale in Semiotica hanno una formazione che corrisponde effettivamente ai profili professionali richiesti dalle aziende. Alcune aziende consultate hanno suggerito – sia durante gli incontri personali e i colloqui telefonici, sia rispondendo al questionario – di intensificare e rendere più esplicita l'applicazione professionalizzante di alcuni insegnamenti teorico-generali.

Alcune aziende non trovano chiara la denominazione del Corso di Studio e suggeriscono nomi che esplicitino gli ambiti di applicazione della disciplina semiotica. Es.: Semiotica, media e società; Semiotica, media e nuovi media.

Nel 2007 le parti sociali consultate avevano indicato che sono particolarmente apprezzate le capacità:
- di contestualizzazione degli eventi
- analitiche (logiche, interpretative)
- di acquisire nuove conoscenze
- di problem solving
- di progettare in modo originale contenuti e avere idee creative
- di decision making
- di impostare autonomamente una ricerca
- di gestire diversi progetti allo stesso tempo
- abilità comunicative (capacità di sintesi e padronanza registri stilistici)
- sensibilità verso il mondo contemporaneo.


DOCUMENTAZIONE
I risultati delle consultazioni si trovano sintetizzati nelle risposte al questionario che è stato inviato per posta elettronica.
I questionari compilati e il relativo scambio elettronico sono disponibili presso la Vicepresidenza della Scuola di Lettere e Beni Culturali, Sede di Bologna, via Zamboni 34 – 40126 Bologna.

Contatti e recapiti utili

Ufficio didattico

Segreteria studenti