Laurea in Filosofia

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2017/2018
Ordinamento D.M. 270
Codice 9216
Classe di corso L-5 - FILOSOFIA
Anni Attivi I
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Libero con verifica delle conoscenze
Sede didattica Bologna
Tipologia di corso Titolo multiplo
Atenei Convenzionati UNIVERSITÉ DE BOURGOGNE , JOHANNES GUTENBERG-UNIVERSITÄT MAINZ
Coordinatore del corso Annarita Angelini
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

Per essere ammessi al corso di laurea in Filosofia occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
È inoltre necessario il possesso di una adeguata preparazione. Tale preparazione è accertata attraverso la valutazione delle seguenti conoscenze e competenze:
- buona cultura generale;
- capacità logiche e di ragionamento;
- capacità di lettura, comprensione e interpretazione di testi e documenti (in lingua italiana);
- buona capacità di espressione in lingua italiana;
- conoscenze filosofiche di base.
Le modalità di verifica delle conoscenze richieste per l'accesso sono definite al punto modalità di ammissione.
Se la verifica non è positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi.
L’assolvimento dell’obbligo formativo è oggetto di specifica verifica.
La relativa modalità di accertamento è indicata al punto modalità di ammissione.
Gli studenti che non assolvano agli obblighi formativi aggiuntivi entro la data stabilita dagli Organi competenti e comunque entro il primo anno di corso sono tenuti a ripetere l’iscrizione al medesimo anno.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

La formazione di base è intesa sia come capacità critica nei confronti degli aspetti fondamentali del dibattito filosofico contemporaneo, sia come analisi delle radici di tale dibattito nella storia del pensiero filosofico.
Sulla base di una specifica declinazione degli Obiettivi formativi qualificanti della Classe L5, il Corso di Studio è strutturato in modo tale da consentire l'acquisizione dei seguenti obiettivi formativi specifici:
- solida conoscenza della storia del pensiero filosofico e scientifico dall'antichità classica fino al dibattito attuale, sia nei tratti caratteristici che ha assunto entro una più ampia storia delle idee e della cultura occidentale, sia nelle relazioni, negli imprestiti e nelle influenze rispetto ad altre tradizioni di pensiero (in particolare araba, ebraica, orientale, indiana);
- aggiornata informazione storiografica sui temi più generali e gli snodi fondamentali nei diversi ambiti della ricerca filosofica;
- metodologia di lettura e interpretazione dei testi filosofici e di storia delle idee e della cultura, che consenta di riconoscere interrelazioni concettuali e nessi storici e storiografici con altre discipline umanistiche, conoscenze e competenze negli ambiti delle applicazioni della filosofia (in particolare etica applicata, intelligenza artificiale e informatica umanistica, divulgazione storico-scientifica);
- sicuro possesso del lessico filosofico negli ambiti teoretico, logico-epistemologico, estetico, etico-politico, storico-scientifico, linguistico;
- adeguate competenze e capacità di utilizzare strumenti e sistemi per la comunicazione e la gestione dell'informazione.


PERCORSO FORMATIVO
L'attività formativa nel primo anno offre un percorso comune volto a offire i contenuti, le metodologie e i termini basilari e propedeutici negli ambiti della storia della filosofia, della storia della scienza e delle tecniche, dell'estetica, della morale, nonché la capacità utilizzare in forma scritta e orale una lingua straniera della UE.
Nei due anni successivi si articola in due percorsi parzialmente distinti, i quali ramificano, implementano e comprovano il possesso dei temi e gli strumenti metodologici ed epistemologici con cui indagare e interpellare il patrimonio concettuale della tradizione occidentale nel dialogo con le altre e differenti culture e tradizioni di pensiero. Oltre ad approfondire gli ambiti fontamentali e caratterizzanti del pensiero filosofico trdizionale (I anno), le attività didattiche del II e del III anno guidano gli studenti a:
- l'acquisizione di una adeguata padronanza della terminologia e dei metodi riguardanti l'analisi dei problemi e le diverse modalità argomentative del discorso filosofico e, più in generale, di un testo argomentativo complesso;
- l'acquisizione della terminologia filosofica di base in lingua inglese;
- l'acquisizione di adeguate conoscenze e competenze negli ambiti applicativi della filosofia (ambiti: bioetico, antropologico, sociologico-scientifico, filosofico-politico, di filosofia della comunicazione e filosofia della mente, ecc.);
- l'acquisizione di una adeguata capacità di scrittura e di esposizione orale relativamente ad argomenti di filosofia, nonché alla redazione, formalmente corretta, di testi di contenuto filosofico o storiografico;
- l'acquisizione di competenze di base in ordine ai metodi del ragionamento e dei linguaggi formali;
- individuare relazioni e intersezioni tra le diverse branche della filosofia e discipline a esse affini e complementari, quali quelle storiche, letterarie, artistiche, psicologiche, sociologiche, pedagogiche, antropologiche e scientifiche;
- l'acquisizione di una padronanza nell'uso degli strumenti bibliografici tradizionali e delle Digital resources;
- l'acquisizione adeguate competenze per la comunicazione e la gestione dell'informazione (informatica umanistica, tecnologie web, teorie e sistemi dell'intelligenza artificiale).


AMBITI DI APPRENDIMENTO:
1. Insegnamenti storico-filosofici, storico-scientifici e storico-culturali volti ad acquisire conoscenze e competenze nei diversi ambiti della ricerca filosofica, nonché della storia della cultura occidentale e delle interrelazioni con tradizioni culturali diverse, secondo le seguenti prospettive: storico-filosofica, storico-scientifica storico-istituzionale, storico-culturale e storico-artistica.
Apprendimenti accertati attraverso: esami dei singoli insegnamenti, prove intermedie, test, attività, laboratori volti ad applicare le conoscenze e le competenze acquisite.

2. Insegnamenti di carattere metodologico e teorico-tematico e attività didattiche volte a mettere lo studente in condizione di acquisire e sapere utilizzare metodi del ragionamento formale; di modelli interpretativi applicabili all'analisi dei principali problemi filosofici di ordine teoretico, concettuale, estetico, etico-politico, ed estensibili ad ambiti diversi della cultura e delle discipline umanistiche. Percorsi di analisi testuale e di argomentazione tali da avviare alla corretta e critica analisi di nuclei tematici entro un testo complesso.
Apprendimenti accertati attraverso: esami dei singoli insegnamenti, prove intermedie, test, attività, laboratori di lettura e scrittura volti ad applicare le conoscenze e le competenze acquisite.

3. Insegnamenti volti a suscitare e potenziare progressivamente la capacità di:
a) comprendere i nessi teorici e i collegamenti storici tra la filosofia e discipline a essa affini e complementari, quali le letterature, le discipline storiche, artistiche, scientifiche, psicologiche, pedagogiche demo-antropologiche e di b) cogliere sconfinamenti e intersezioni tra le branche tradizionali della filosofia e settori diversi della cultura umanistica e scientifica, nel quadro di una articolata storia delle idee. Attività che mettano lo studente in grado di applicare metodi interpretativi ed espositivi acquisiti nell'ambito della formazione filosofica a testi complessi e contenuti culturali di argomento non strettamente filosofico, di scomporre, analizzare, sintetizzare, formalizzare un'argomentazione complessa indipendentemente dallo specifico contenuto culturale. Insegnamenti e laboratori didattici orientati all'acquisizione e al corretto uso dei computer e delle reti e alla conoscenza dei metodi di rappresentazione digitale dell'informazione e di elaborazione automatica dei dati nel campo della ricerca umanistica.
Apprendimenti accertati attraverso: esami dei singoli insegnamenti, prove intermedie, test, attività, laboratori di lettura e scrittura volti ad applicare le conoscenze e le competenze acquisite.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato:
- conosce la storia del pensiero filosofico dall'antichità ai nostri giorni (autori e contesti);
- conosce i tratti essenziali della storia della cultura occidentale e le interrelazioni con tradizioni culturali diverse;
- sa leggere e comprendere testi, anche in lingua originale;
- ha un adeguato possesso della terminologia e delle diverse modalità argomentative del discorso filosofico;
- conosce metodi del ragionamento e del linguaggio formale;
- conosce metodi e dei modelli interpretativi riguardanti l'analisi dei principali problemi filosofici;
- è capace di orientarsi entro le costellazioni concettuali connesse a problemi filosofici;
- comprende i nessi teorici e collegamenti storici tra la filosofia e altre discipline umanistiche (letterature, discipline storiche, artistiche, scientifiche, psicologiche, pedagogiche demo-antropologiche, ecc.) nel quadro di una articolata storia delle idee;
- comprende criticamente testi culturalmente rilevanti, anche in lingua originale, indipendentemente dal loro contenuto filosofico;
- sa orientarsi entro testi, documenti e problemi relativi alle scienze umane e sociali;
- ha competenze informatiche di base riguardanti il funzionamento del computer e delle reti;
- conosce i metodi di rappresentazione digitale dell'informazione e di elaborazione automatica dei dati nel campo della ricerca umanistica.
Le suddette conoscenze e capacità di comprensione sono conseguite dallo studente con la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, seminari, e/o attraverso le ore di studio individuale, come previsto dalle attività formative attivate nelle aree filosofiche, storiche, letterarie, linguistiche, psicologiche e pedagogiche, demoetnoantropogiche, geografiche matematiche, informatiche, sociologiche, giuridiche.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove d'esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato:
- sa scrivere ed esporre oralmente argomenti filosofici;
- sa inquadrare autori, testi e problemi nel contesto storico-culturale entro il quale sono inscritti;
- sa stabilire ricorrenze e diacronie tra autori, testi, problemi della tradizione filosofica, storico-scientifica, storico-culturale;
- sa applicare metodi e modelli interpretativi in relazione a precise tematiche filosofiche;
- sa applicare metodi e modelli filosofici in ambiti diversi;
- sa collegare nuclei tematici all'interno di testi complessi;
- sa analizzare e ricomporre teorie e ragionamenti complessi;
- sa applicare metodi interpretativi ed espositivi acquisiti nella formazione filosofica a testi complessi e contenuti culturali di argomento non strettamente filosofico;
- sa procedere a un'interpretazione pluridisciplinare di testi e opere culturalmente significativi;
- sa scomporre, analizzare, sintetizzare, formalizzare un'argomentazione complessa indipendentemente dallo specifico contenuto culturale;
- sa applicare conoscenze informatiche all'edizione e alla pubblicazione digitale di opere manoscritte e a stampa;
- sa gestire la produzione diretta di risorse digitali.
Le suddette conoscenze e capacità di comprensione sono conseguite dallo studente con la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, seminari, e/o attraverso le ore di studio individuale, come previsto dalle attività formative attivate nelle aree filosofiche, storiche, letterarie, linguistiche, psicologiche e pedagogiche, demoetnoantropogiche, geografiche matematiche, informatiche, sociologiche, giuridiche.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove d'esame e/o prove di verifica intermedie (esami orali e/o scritti, test, esposizioni orali).


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- sa analizzare le fonti, selezionare e classificare dati e informazioni e formulare tesi e argomentazioni;
- sa rielaborare e sintetizzare testi (scientifici e divulgativi) di contenuto filosofico e teorico;
- sa riconoscere problemi, tendenze, orientamenti, strutture concettuali ricorrenti su una prospettiva di lunga durata e multidisciplinare;
- sa accedere, raccogliere e selezionare informazioni e riferimenti bibliografici e storiografici relativi a problemi e nodi culturali rilevanti;
- sa operare scelte metodologiche funzionali alla soluzione di problemi teorici;
- sa selezionare strumenti e metodi di una ricerca in ambito filosofico.

Modalità, attività formative e strumenti didattici con cui i diversi risultati attesi vengono conseguiti e verificati:
- tutti gli insegnamenti filosofici e quelli nelle "discipline affini" (verifica orale); in alcuni casi la verifica orale è integrata o anticipata da una prova scritta;
- attività integrative di carattere filosofico rivolte all'interpretazione di fonti e alla scrittura di testi filosofici;
- attività seminariali integrative organizzate per mettere a confronto opinioni e prospettive diverse in ordine a un problema o a un testo;
- redazione di relazioni scritte su testi e temi, impostate in orario di lezione e redatte autonomamente (testi scritti sottoposti a verifica nell'ambito di diversi insegnamenti filosofici);
- ricerche bibliografiche a partire da attività guidate;
- ricerche di documentazione, testi, banche dati, periodici, ecc. on-line nell'ambito dell'insegnamento dell'Informatica umanistica e di alcuni altri insegnamenti.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- sa utilizzare correttamente la lingua italiana e servirsi di registri stilistici diversi e adeguati al contesto comunicativo;
- sa utilizzare almeno una lingua ulteriore dell'Unione Europea (inglese, francese, spagnolo, tedesco) livello B1;
- sa esporre ragionamenti e analisi;
- sa esprimersi e argomentare su registri stilistici diversi;
- sa avvalersi di un lessico tecnico appropriato alla materia filosofica;
- sa elaborare testi scritti utilizzando tecniche espositive e redazionali pertinenti agli ambiti disciplinari del corso.
(Potranno essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche - lettura, scrittura, ascolto, e dialogo - sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici)


Modalità, attività formative e strumenti didattici con cui i diversi risultati attesi vengono conseguiti e verificati:
- tutti gli insegnamenti filosofici e quelli nelle "discipline affini" (verifica orale);
- alcuni insegnamenti filosofici e quelli nelle "discipline affini" che prevedono verifiche parziali in forma di test scritto;
- attività integrative di carattere filosofico rivolte all'interpretazione di fonti e alla scrittura di testi filosofici;
- attività integrative guidate a conclusione delle quali sono previste relazioni o interventi degli studenti;
- redazione di relazioni scritte su testi e temi;
- testo scritto per la Prova Finale.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
- è capace di approfondire autonomamente contenuti disciplinari attraverso competenze nel controllo delle fonti;
- sa organizzare una bibliografia su temi assegnati;
- è capace di implementare conoscenze e competenze attraverso l'uso mirato di strumenti bibliografici, di banche dati, della rete;
- è capace di trasferire a diversi ambiti del sapere metodologie e tecniche di interpretazione e di comunicazione acquisite nel campo filosofico.

Modalità, attività formative e strumenti didattici con cui i diversi risultati attesi vengono conseguiti e verificati:
- tutti gli insegnamenti filosofici e quelli nelle "discipline affini" (verifica orale);
- alcuni insegnamenti filosofici e quelli nelle "discipline affini" che prevedono verifiche parziali in forma di test scritto;
- attività integrative di carattere filosofico rivolte all'interpretazione di fonti e alla scrittura di testi filosofici;
- attività integrative guidate a conclusione delle quali sono previste relazioni o interventi degli studenti;
- redazione di relazioni scritte su testi e temi;
- testo scritto per la Prova Finale.

Insegnamenti

Gli insegnamenti sono articolati a seconda del curriculum scelto

Curricula dettagliati

1. Filosofia: concetti e contesti, 2. Filosofia: contesti e applicazioni

Attività tirocinio

Consulta le informazioni sull'attività di Tirocinio pubblicate nella pagina "Studiare" del sito del Corso di studio.

Prova finale

La prova finale consiste nella predisposizione di un elaborato scritto, concordato con un docente di una delle materie scelte e superate nel corso del triennio, su un argomento coerente con gli obiettivi del corso di studio. L’elaborato sarà discusso pubblicamente dal laureando al cospetto di una commissione.
Lo studente dovrà dimostrare la capacità di applicare e comunicare le conoscenze acquisite nel Corso di Studio stesso.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Operatore culturale

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Coordinatore, organizzatore, ideatore di attività e progetti

La figura professionale di operatore culturale che si intende formare:

- coordina le figure professionali coinvolte nella programmazione di corsi e attività di formazione finalizzati alla divulgazione culturale;
- si occupa della archiviazione e classificazione di documentazione informativa;
- organizza le informazioni relative a specifiche tematiche
- sviluppa progetti relativi all’allestimento e alla gestione di mostre, repertori, esposizioni e altre iniziative;
- organizza attività didattiche e divulgative collegate a eventi culturali, mostre, ecc.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell’attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel Corso di studio in Filosofia.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- capacità di scrivere correttamente in lingua italiana;
- capacità di coordinarsi e coordinare un team di lavoro;
- capacità di selezionare e organizzare informazioni e documentazione da fonti specifiche e repertori;
- capacità di comprendere i nessi teorici e collegamenti storici con discipline diverse dalla Filosofia;
- capacità di definizione ed esposizione di proposte e contenuti;
- capacità di esprimersi e argomentare su registri stilistici e comunicativi diversi;
- abilità nell’uso di strumenti informatici;
- abilità nell’uso di motori e tecniche di ricerca internet e nella consultazione di data base relazionali;
- capacità di analizzare, ricomporre teorie e concetti;
-propensione ad affrontare nuove tematiche e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e competenze;
- buona capacità espositiva;
-competenze in ambito sociologico, psicologico e pedagogico;
- conoscenza attiva e passiva della lingua inglese.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Enti territoriali e pubblica amministrazione;
- Istituti, agenzie pubbliche e private connesse alla produzione e alla divulgazione culturale;
- Fondazioni;
- Musei;
- Biblioteche;
- Archivi;
- Soprintendenze;
- Enti e aziende di formazione;
- Imprenditoria culturale.


PROFILO PROFESSIONALE:
Collaboratore ufficio stampa e comunicazione esterna

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Addetto alla comunicazione di eventi e attività
La figura professionale di collaboratore ufficio stampa e comunicazione esterna, che si intende formare:
- predispone testi informativi destinati alla comunicazione cartacea (contenuti per materiale illustrativo a stampa) e multimediale (contenuti per siti e pagine web);
- organizza e archivia la rassegna stampa secondo criteri convenuti;
- realizza attività di editing e presentazione di testi;
- realizza interviste;
- cura la comunicazione con enti e soggetti esterni all’azienda o all’ente.
Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell'attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel Corso di studio in Filosofia.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- capacità di scrittura sintetica e corretta in lingua italiana;
- capacità di coordinarsi entro un team di lavoro;
- capacità di selezionare e organizzare informazioni e documentazione da fonti specifiche;
- abilità nell’uso di strumenti informatici;
- abilità nell’uso di motori e tecniche di ricerca internet e nella consultazione di data base relazionali;
- capacità d’utilizzo di programmi e sistemi di videoscrittura;
- capacità di verificare l'autenticità delle informazioni reperite;
- capacità di formalizzare in maniera efficace un testo contenente notizie da trasmettere;
- capacità di esprimersi e argomentare su registri stilistici e comunicativi diversi;
- capacità di raccogliere e trascrivere interventi pronunciati;
- fluidità nel colloquio e nelle relazioni con interlocutori diversi;
- competenze in ambito sociologico, psicologico e giuridico;
- conoscenza attiva e passiva della lingua inglese.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Enti territoriali, pubblica amministrazione;
- Istituti, aziende pubbliche e private;
- Fondazioni;
- Musei;
- Soprintendenze;
- Imprenditoria.



PROFILO PROFESSIONALE:
Addetto ai servizi di gestione delle risorse umane

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Responsabile/Assistente nei servizi di gestione del personale.
La figura professionale di addetto ai servizi di gestione delle risorse umane, che si intende formare:
- collabora nella ricerca e selezione del personale in linea con le esigenze dell’azienda o dell’ente;
- collabora alla gestione del personale;
- collabora all’integrazione delle diverse figure professionali entro le strutture e l’organizzazione complessiva dell’azienda o dell’ente;
- individua attività di formazione e aggiornamento del personale.
Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell’attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel Corso di studio in Filosofia.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- capacità di individuare il ruolo e le competenze del personale in relazione alle esigenze e alle strutture organizzative dell’ente o dell’azienda;
- capacità di ascolto e di comunicazione interpersonale;
- capacità di esprimersi e argomentare su registri stilistici e comunicativi diversi;
- capacità di coordinarsi entro un team di lavoro;
- abilità nell’uso di motori e tecniche di ricerca internet e nella consultazione di data base relazionali;
- capacità di verificare l’autenticità delle informazioni reperite;
- capacità di individuare e valorizzare le competenze;
- propensione ad affrontare nuove tematiche e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e competenze;
- capacità di trasferire a diversi ambiti del sapere metodologie e tecniche di interpretazione e di comunicazione;
- competenze in ambito sociologico, psicologico e pedagogico;
- conoscenza attiva e passiva della lingua inglese.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Enti territoriali e pubblica amministrazione;
- Aziende pubbliche e private;
- Fondazioni;
- Musei;
- Biblioteche;
- Soprintendenze;
- Imprenditoria.



PROFILO PROFESSIONALE:
Redattore ed editor di testi

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La figura professionale di redattore ed editor di testi, che si intende formare:
- reperisce e organizza informazioni su argomenti specifici, anche attraverso ricerche in rete (sintesi e elaborazione del materiale acquisito);
- predispone e revisiona contenuti testuali originali o preesistenti;
- realizza attività di editing per uniformarne il linguaggio e lo stile e per verificarne la coerenza dei contenuti anche rispetto ai destinatari;
- cura l'organizzazione formale del testo (struttura, suddivisione capitoli, titoli, indice, ecc.) o dell'articolo, in modo da renderli conformi e coerenti con scelte di presentazione anche multimediali.

Per acquisire maggiore autonomia e maggiori responsabilità nello svolgimento delle attività sopra elencate e per maturare una piena padronanza della metodologia e degli strumenti a supporto dell’attività lavorativa, può essere richiesta al laureato una formazione e/o professionalizzazione ulteriore per implementare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nel Corso di studio in Filosofia.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- capacità di scrittura rapida e corretta in lingua italiana;
- abilità nel controllo e nella correzione delle prove di stampa;
- dimestichezza con gli strumenti informatici e dell’editoria multimediale (programmi di scrittura, DB relazionali, grafica e tecnologie web, digital resources, ecc.);
- disponibilità ad apprendere l’uso di tecniche e programmi di impaginazione professionale e di grafica;
- capacità di coordinarsi entro un team di lavoro;
- capacità di selezionare e organizzare informazioni e documentazione da fonti specifiche;
- capacità di formalizzare anche graficamente informazioni e dati;
- capacità di verificare l’autenticità delle informazioni reperite;
- capacità di raccogliere e trascrivere interventi pronunciati ;
- fluidità nel colloquio e nelle relazioni con interlocutori diversi;
- competenze in ambito sociologico, psicologico e giuridico;
- conoscenza attiva e passiva della lingua inglese;
- competenze in ambito iconografico e iconologico;
- propensione ad affrontare nuove tematiche e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e competenze.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Case editrici ed editoria multimediale;
- Agenzie collegate alla produzione di eventi culturali e alla divulgazione;
- Redazioni giornalistiche;
- Uffici stampa.


Parere delle parti sociali

Per visionare le consultazioni con le parti sociali che il Corso di Studio ha effettuato dall' a.a. di prima istituzione sino ad oggi, si rimanda alla lettura dei rispettivi quadri nelle schede complete SUA-CdS, pubblicate sul sito Universitaly ( http://www.universitaly.it/)



Contatti e recapiti utili

Ufficio didattico

Segreteria studenti