72814 - LABORATORIO MULTIMEDIALE E AUDIOVISIVO (LM) (M-Z)

Scheda insegnamento

  • Docente Vito Palmieri

  • Crediti formativi 12

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 25/03/2015 al 09/05/2015

Anno Accademico 2014/2015

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente al termine del laboratorio acquisisce fondamenti relativi ad alcuni aspetti specifici dei linguaggi multimediali, attraverso un programma di esercitazioni guidate.

Programma/Contenuti

Il laboratorio sarà un percorso intensivo di formazione al linguaggio del cinema, in cui si fonderanno diverse esperienze tra cui: produzione, sceneggiatura, regia, recitazione, montaggio e distribuzione. Queste fasi saranno finalizzate alla realizzazione di un cortometraggio in cui saranno coinvolti tutti gli studenti frequentanti che si divideranno nei vari reparti in base alle loro attitudini e agli stimoli creativi ricevuti durante le prime lezioni teoriche. Il laboratorio sarà strutturato in quattro parti. 

Prima parte teorica in cui verranno fornite nozioni di base su come si produce un cortometraggio attraverso la ricerca fondi tramite bandi, film commission, etc. Verranno inoltre mostrati dei cortometraggi e dei backstage per poter dare una visione possibilmente più completa del mezzo cinematografico. 

Seconda parte di sviluppo e preparazione in cui verrà chiesto agli studenti di scrivere un soggetto per poi scegliere alcune delle idee migliori e procedere con la stesura della sceneggiatura. In seguito si sceglieranno i luoghi per le riprese e si assegneranno i ruoli all'interno dell'organizzazione della produzione e degli altri reparti. 

Terza parte sarà l'effettiva realizzazione del corto. 

Quarta parte sarà dedicata alla post-produzione, ovvero al montaggio e alla scelta o composizione delle musiche. Una volta realizzato il cortometraggio, ci sarà un incontro per visionarlo insieme e ci sarà un confronto sul suo percorso distributivo.

 

Testi/Bibliografia

Tutti gli studenti dovranno leggere i seguenti testi:

- Rodolfo Tritapepe, Linguaggio e tecnica cinematografica, Edizioni Paoline, 1978

- Linda Seger, Come scrivere una grande sceneggiatura, Dino Audino Editore, 2004

- Andrea Nobile, Viola Rispoli, Andrea Tarquini, Fare un corto, Dino Audino, 2004

- Giannandrea Pecorelli, Come nasce un film, Gremese Editore, 2008

 Per ulteriori approfondimenti si consiglia inoltre la lettura dei seguenti testi:

 - Gianni Rondolino, Dario Tomasi, Manuale del film. Linguaggio, racconto, analisi, UTET, 1995

- Robert McKee, Story. Contenuti, struttura, stile, principi della sceneggiatura, International Forum Edizioni, 2000

- Laurent Tirard, L'occhio del regista, 25 lezioni dei maestri del cinema contemporaneo, Minimum fax, 2012

 È consigliata la visione dei seguenti film:

- “Il caricatore” di Eugenio Cappuccio, Massimo Gaudioso e Fabio Nunziata

- “Lost in la mancha” di Keith Fulton, Louis Pepe

- "Intervista" di Federico Fellini

- "Lo stato delle cose" di Wim Wenders 

Si consiglia di seguire il festival Visioni Italiane che si terrà dal 25 febbraio al 1 marzo 2015 presso il Cinema Lumière di Bologna e altri festival o rassegne dedicati ai cortometraggi. Gli studenti sono invitati a visionare altri cortometraggi reperibili in rete.

Metodi didattici

Il laboratorio è a frequenza obbligatoria: è necessario frequentare almeno il 75% delle lezioni

Il laboratorio prevede una parte di lezioni frontali teoriche in cui verrà proposta agli studenti la visione di cortometraggi e backstage finalizzata alla comprensione dei vari reparti della realizzazione di un film. Gli studenti avranno la possibilità di lavorare nelle aule multifunzionali dello Spazio Cinema dei Laboratori delle Arti e potranno utilizzare le attrezzature a disposizione avvalendosi della presenza del personale tecnico.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Il principale criterio di valutazione si baserà sulla frequenza, la partecipazione attiva al laboratorio, l'effettivo contributo all'interno del reparto di lavoro scelto e la dimostrazione di aver acquisito appieno i fondamenti teorici e le competenze tecniche. Dunque lo studente verrà valutato all'interno dell'intero percorso laboratoriale che si concluderà con un colloquio frontale in cui verrà comunicato il voto d'esame.

Strumenti a supporto della didattica

Proiezione di cortometraggi e backstage.

Attrezzature e mezzi dei Laboratori delle Arti: parco luci, 2 Panasonic AG 151 con cavalletto, microfoni per la registrazione della presa diretta.

Sistema di montaggio Premiere.

Il laboratorio è rivolto agli studenti iscritti al primo anno del corso di laurea magistrale in CITEM.

Il programma è consultabile nella sezione "Contenuti utili".

Per iscriversi è necessario scrivere una mail al mio indirizzo di posta elettronica:  vito.palmieri2@unibo.it

 

 


Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Vito Palmieri