29424 - SEMINARI (1) (LM)

Scheda insegnamento

  • Docente Carlo Gentili

  • Crediti formativi 6

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2016/2017

Conoscenze e abilità da conseguire

I Seminari di filosofia si propongono come obiettivi formativi quelli specifici della didattica seminariale: (1) addestrare gli studenti all’argomentazione filosofica sollecitando discussioni sui temi e sui testi, anche in lingua originale, presentati in incontri con studiosi italiani e stranieri; (2) ampliare e approfondire le conoscenze filosofiche attraverso la partecipazione a conferenze tenute da specialisti dei vari ambiti del sapere filosofico; (3) confrontare i diversi approcci metodologici alla filosofia a completamento dell'insegnamento curriculare.

Programma/Contenuti

Il programma consiste in una serie di incontri con studiosi di livello internazionale concernenti il tema della traduzione nei suoi risvolti anche filosofici.

Gli incontri saranno preceduti da una presentazione, tenuta dal professor Carlo Gentili e dalla professoressa Mariafranca Spallanzani, che avrà luogo mercoledì 15 febbraio, alle ore 15, nell'aula "Mondolfo" (via Zamboni 38).

Si fornisce, qui di seguito, il progetto del seminario e un'indicazione, ancora provvisoria, degli incontri previsti. Il calendario degli incontri sarà via via aggiornato.

Seminario Found in translation, Tradizioni/Traduzioni/Interpretazioni

Il seminario “Found in translation. Tradizioni/Traduzioni/Interpretazioni”, progettato e organizzato da Stefano Colangelo e Mariafranca Spallanzani nell’ambito delle attività di internazionalizzazione della Scuola di Lettere e Beni Culturali, intende presentare agli studenti dei vari Corsi di Studio Magistrali una serie di lezioni sul tema della traduzione tenute da Visiting Professor stranieri specialisti della materia.

Tema assolutamente fondamentale per le scienze umane che si esprimono in lingue diverse e plurali e sono tenute a comunicare tra di loro in una lingua singolare, quello della traduzione, trasversale come è ai vari ambiti disciplinari, rinvia infatti a complessi problemi teorici e pratici, come quello dell’interpretazione di significati, della traslazione di lessici, dell’adattamento di culture, del ripensamento di concetti in altri contesti e in altri momenti storici: problemi che comportano spesso “un residuo comunicativo” fino a porre l’impossibilità stessa della traduzione. Sono problemi ardui, talora anche conflittuali come quello del “genio della lingua” e quello del radicamento identitario: problemi-limite dell’intraducibilità. Il seminario che si propone intende dare voce a teorici della traduzione e ad attori di traduzioni per sollevare, esaminare e affrontare tali problemi in diversi contesti linguistici e disciplinari, anche attraverso lo studio di testi originali e delle loro traduzioni.

Il seminario, nato da una proposta dei delegati all’internazionalizzazione dei Dipartimenti che fanno capo alla Scuola, è organizzato su 15 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 30 ore. Sarà tenuto da quattro visiting professor stranieri nel II semestre dell’A.A. 2016/2017. Il seminario sarà accreditato per 6 cfu, rientrando nelle attività F, a seguito della presentazione di un paper sui temi del seminario concordato con i responsabili del seminario o della verbalizzazione, da parte dello studente che ha frequentato il seminario stesso.

Periodo di svolgimento del seminario: II semestre.

Sono previsti interventi dei seguenti studiosi:

Duglas Cairns è professore di Classics all’Università di Edimburgo, Scottish Graduate School in Arts and Humanities.

Siri Nergaard, "esperto linguistico" nel Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali di Firenze e docente di Semiotics and Text Theory presso la University of Tønsberg, Norway.

Martin Rueff è professore ordinario all’Università di Ginevra sulla cattedra di Langue et littérature française, traduttore, poeta e traduttore di poesia.

Tadahiko Wada è vincitore del Premio Nazionale per la Traduzione del Ministero dei Beni Culturali. Ospite della SSSU di Bologna.

 

Gli incontri si tengono presso la Scuola Superiore di Studi Umanistici, via Marsala, 26.

 

Primo incontro:

Professor Martin Rueff (Université de Genève): La traduzione come problema letterario e filosofico

giovedì 23 febbraio, h. 10-12: La traduzione come problema letterario e filosofico

venerdì 24 febbraio, h.10 -12: Traduzione, translatio, ermeneutica

giovedì 9 marzo, h. 10-12: La traduzione letterarie e filosofica nell'età moderna. Problemi e figure 

venerdì 10 marzo, h. 10-12: Traduzioni letterarie e transizioni filosofiche. Due o tre casi.

 

Secondo incontro:

Professoressa Siri Nergaard (Università di Firenze / University College of Southeast, Norway): Il problema della traduzione. Radici storiche e attualità

martedì 21 marzo, h. 10-12: Introduzione (I). Il problema della traduzione. Cenni storici e tematici

giovedì 23 marzo, h. 10-12: Introduzione (II). Tradurre e pensare. La traduzione nel mondo transculturale, migrante e globalizzato di oggi

martedì 28 marzo, h. 10-12: La traduzione biblica. La «parola divina» e la sua traduzione. Tradizioni, istituzioni, lingue e culture.

giovedì 30 marzo, h. 10-12: Traduzione e psiche. La traduzione come processo psichico.

 

 

Testi/Bibliografia

La bibliografia del seminario è costituita dai testi delle relazioni degli studiosi invitati e dalle indicazioni bibliografiche in esse contenute.

Metodi didattici

Lezioni frontali, letture, discussioni.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Lo studente dovrà redigere un paper (max. 20000 caratteri spazi inclusi) sui temi affrontati dai relatori. Il paper dovrà poi essere presentato al coordinatore, professor Carlo Gentili, per l'attribuzione dell'idoneità.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Carlo Gentili